Decalogo sull'impermeabilità dell'orologio

Cerchiamo di fare un pò di chiarezza sull'impermeabilità di un orologio.

L'orologio è uno strumento complesso al quale bisogna prestare cura ed attenzione al fine di poter assicurarne una perfetta funzionalità nel tempo. Oltre agli urti, bisogna prestare particolare cura quando l'orologio viene a contatto con l'acqua: ognuno di essi, riporta indicazioni relative alla sua capacità di affrontarla. Quest'ultime sono il risultato di test statici in laboratorio effettuati con particolari attrezzature attraverso le quali vengono sottoposti a diversi tipi di pressione. In condizioni normali di utilizzo, la pressione a cui un orologio viene sottoposto potrebbe essere superiore a quella che una normale immersione potrebbe generare. Anche una semplice doccia, a seconda della forza del getto dell'acqua, potrebbe sottoporre l'orologio ad una pressione superiore a quella di una immersione superficiale. Per semplificare, alleghiamo la seguente tabella:

tabella

Da questa si evince che un orologio deve essere almeno un 5bar per essere bagnato, mentre un 100 metri è l'ideale per l'uso che la maggior parte delle persone ne può fare, arrivando infine ai professionali 200-300 metri, i quali non temono alcuna profondità. Infine, l'indicazione WATER RESISTANT denota una scarsissima impermeabilità.

Un'altra nota molto importante è che l'orologio non rimane impermeabile a vita. Il tempo, urti violenti, microlesioni del vetro, urti sulla corona (o corona lasciata svitata nei modelli con corona a vite), cambio della pila, uso di solventi ecc. potrebbero incidere negativamente sulla tenuta stagna. Consigliamo pertanto una test impermeabilità periodico al fine di prolungare la vita dell'orologio.

Inoltre, l'utilizzo dell'orologio durante i tuffi o durante un'escursione termica violenta (SPA) sono vivamente sconsigliati.

Comments

Leave your comment